Salta al contenuto principale
Bosch Security and Safety Systems I Italy
Depositi trasporti e magazzini

Una soluzione intelligente per l'Industria 4.0

Integrazione personalizzata tra analisi video e software di gestione del magazzino

Foto dell'area principale del magazzino

I magazzini sono ambienti complessi dal punto di vista della sicurezza. Centinaia di lavoratori spostano migliaia di articoli tra corsie e corridoi e questo rende difficile, per i responsabili della sicurezza, rilevare i furti di magazzino e rintracciare le spedizioni mancanti. In una vera e propria storia di successo dell'Industria 4.0, il team del centro di distribuzione aftermarket automobilistico di Itupeva, in Brasile, ha utilizzato l'Internet delle cose (IoT) per creare una soluzione: l'integrazione personalizzata tra l'analisi video e il software di gestione del magazzino contribuisce a prevenire i furti e migliora l'efficienza e il monitoraggio delle spedizioni.

Una situazione complessa da risolvere

Immagine del magazzino e dei lavoratori

Il centro di distribuzione automobilistica di Itupeva dista circa 70 chilometri da San Paolo ed è un hub strategico per l'intera regione del Sud America. La struttura copre una superficie di 26.000 metri quadrati ed evade 68.000 spedizioni di componenti chiave all'anno. La movimentazione di articoli e pallet e gli spostamenti del personale di magazzino risultano perciò difficili da monitorare in termini di logistica e di sicurezza. Alcuni anni fa, il team di logistica ha notato un aumento delle perdite dovute ai furti di magazzino. Al contempo, le richieste di informazioni da parte dei clienti sugli articoli smarriti nelle spedizioni richiedevano lunghe ricerche e mettevano a rischio la reputazione del centro. La situazione richiedeva un nuovo approccio.

Foto del contrassegno di un'area riservata

L'analisi del problema ha portato alla luce il fatto che il team di sicurezza era sopraffatto dalla quantità di allarmi. Ogni incidente registrato dalle telecamere richiedeva una lunga indagine manuale: ogni volta che un dipendente entrava in una corsia ad accesso limitato, il personale della sala di controllo di sicurezza riceveva un avviso e doveva eseguire un controllo incrociato nel sistema di gestione del magazzino. Questo per confermare se alla corsia era stato assegnato un compito attivo. In caso contrario, la sicurezza al piano del magazzino veniva chiamata a indagare. Con migliaia di avvisi e falsi allarmi al giorno, questo approccio si stava dimostrando umanamente impossibile.

"Poiché ogni controllo nel sistema di gestione del magazzino veniva condotto manualmente, gli operatori addetti alla sicurezza non erano più in condizioni di verificare il gran numero di eventi di sicurezza."
Mario Verhaeg, Responsabile prodotti per Bosch Building Technologies

Telecamere intelligenti collegate al software di gestione del magazzino

Diagramma che illustra il funzionamento del sistema

Per risolvere questi problemi, gli esperti Bosch hanno lavorato per oltre un anno per automatizzare i lunghi controlli manuali. Il nuovo approccio unisce la tecnologia Intelligent Video Analytics (IVA) integrata nelle telecamere Bosch, una configurazione personalizzata di Bosch Video Management System (BVMS) e un'interfaccia del sistema di gestione del magazzino del centro di distribuzione.

Foto di una telecamera installata

Dal punto di vista tecnico, si tratta di un'ingegnosa combinazione di tecnologia esistente e informazioni in rete. Tutte le 200 telecamere di sicurezza del centro di distribuzione, comprese quelle della serie Bosch Flexidome IP ad alta definizione, includono la tecnologia Intelligent Video Analytics (IVA). Questa funzione integrata elabora i dati delle immagini in tempo reale e rileva le attività sospette mediante un algoritmo. Nella prima fase, il team ha "insegnato" alle telecamere a riconoscere gli oggetti in magazzino, come carrelli elevatori e articoli in spedizione. Una volta imparato a identificare gli oggetti, il sistema di sicurezza era pronto per interfacciarsi con il sistema logistico del centro.

Il team ha creato un'interfaccia diretta

Nella fase successiva, il team ha creato un'interfaccia diretta tra il sistema di gestione del magazzino e Bosch Video Management System (BVMS). Tale connessione aggiunge un nuovo livello di intelligenza alla videosorveglianza del centro: le telecamere intelligenti ora fungono da sensori IoT in grado di identificare i prodotti archiviati nel software del sistema di gestione del magazzino, che attualmente include 13.497 ricambi. Inoltre, il sistema esegue automaticamente il controllo incrociato tra gli incidenti di sicurezza e le attività pianificate nel sistema del magazzino. Grazie a questa automazione intelligente, gli operatori ricevono un allarme solo quando un lavoratore accede alla corsia senza un compito assegnato, mentre non viene attivato alcun allarme se il lavoratore passa senza fermarsi. Di conseguenza, il numero di eventi di sicurezza è sceso da diverse migliaia a circa 100 al giorno e anche i casi di furto sono diminuiti.

Monitoraggio delle spedizioni in tempo reale

Monitoraggio delle spedizioni in tempo reale

Dal punto di vista operativo, questa soluzione per l'Industria 4.0 non si limita a migliorare la sicurezza, ma risponde anche all'esigenza del centro di sostituire il lungo processo di monitoraggio manuale di spedizioni e articoli smarriti. Mentre, in passato, il team di logistica impiegava diverse ore per localizzare manualmente un articolo smarrito, ora ogni articolo è dotato di un numero di monitoraggio collegato a registrazioni video che ne documentano i movimenti. Questo livello di trasparenza permette al team di logistica di risolvere i problemi di inventario in pochi minuti anziché ore.

Il team di Louveira ha utilizzato il nuovo livello di supervisione per ottenere ulteriori vantaggi

Dall'implementazione del sistema, il team di Itupeva ha utilizzato il nuovo livello di supervisione per ottenere ulteriori vantaggi. Infatti, è stato possibile sostituire quattro recinzioni fisiche attorno ad aree sensibili del magazzino con delle recinzioni virtuali, ovvero zone di sicurezza definite nel sistema di gestione video. Ciò consente una maggiore flessibilità di modifica della disposizione di corsie e scaffalature del magazzino, come è spesso necessario, senza compromettere la sicurezza. Inoltre, questa soluzione personalizzata per l'Industria 4.0 riduce drasticamente il costo delle scorte grazie all'inventario virtuale in tempo reale e, secondo le previsioni, verrà ammortizzata in meno di un anno.

"Questa è una vera e propria storia di successo dell'Industria 4.0. La soluzione è tecnicamente complessa e comporta un elevato livello di personalizzazione. Ma è un'ottima dimostrazione di ciò che è possibile realizzare all'interno di questi sistemi con le giuste risorse e la creatività."
Mario Verhaeg, Responsabile prodotti per Bosch Building Technologies
Icona di download

La storia del cliente è disponibile per il download in formato PDF.

Condividi su: