bosco virgiliano di sera

Bosco Virgiliano di Mantova

Un sistema di telecamere intelligenti garantisce la sicurezza dei cittadini e la sostenibilità del parco

L’algoritmo di machine learning consente alle telecamere di riconoscere il tipo di utente e regolare la luce del parco

Dare nuova vita a un luogo simbolico della città con un innovativo sistema di video analisi

bosco virgiliano giorno

Il Bosco Virgiliano, che prende il nome dal più grande poeta latino, Publio Virgilio Marone, nato nel vicino paese di Pietole Vecchia, l'antica Ande Romane, è un parco pubblico che si estende per cinque ettari nella zona sud della città di Mantova. La grande varietà di alberi e arbusti, tutti derivati dai testi di Virgilio, comprende 500 conifere, 2.900 alberi, 15.000 arbusti di varie specie e diverse migliaia di piante da frutto.

Implementazione di poli dinamici per il miglioramento continuo del parco e della vita dei cittadini

palo con telecamera

La riqualificazione dell'impianto di illuminazione del Parco Virgiliano fa parte del progetto Dynamic Light, finanziato da fondi europei. Il progetto Dynamic Light si concentra sulla riduzione delle emissioni di CO2 e sul miglioramento dell'efficienza energetica nell'illuminazione pubblica. Per quanto riguarda Mantova ha previsto la sostituzione del precedente sistema di pali della luce con un sistema altamente innovativo. Negli ultimi anni, infatti, l'amministrazione aveva notato una significativa diminuzione dell'interesse per il Bosco e l'ambiente circostante a causa di una sensazione di insicurezza dovuta alla scarsa illuminazione del luogo. Inoltre, il sistema precedente non era considerato adeguato in termini di sostenibilità economica e ambientale. La soluzione proposta è stata in grado di soddisfare le aspettative del cliente grazie ad un sistema di 15 telecamere installate su 15 corpi illuminanti posti sull'intero percorso all'interno del parco.

ciclista nel parco

Un collegamento in fibra ottica permette la comunicazione tra i metadati provenienti dalla telecamera e il corpo illuminante. In questo modo, i led si illuminano automaticamente e in maniera modulare a seconda del passaggio di una bicicletta, di un pedone o di un gruppo di persone. La temperatura e il colore della luce e il controllo del flusso luminoso si basano sulla presenza, il tipo e il numero di utenti. Tutto questo è possibile grazie alla funzionalità di machine learning che, nel caso delle telecamere FLEXIDOME IP Starlight 7000 VR, è già installata sulla telecamera.

La telecamera, che funziona da sensore intelligente, è in grado di isolare lo sfondo dell’inquadratura e quindi di riconoscere gli oggetti in movimento. Una volta rilevati, inizia a tracciarli aggiornando e adattando costantemente l'illuminazione in base al tipo di utenza. permettendo così di ridurre l'inquinamento luminoso.

L'86% dei fruitori del parco, intervistati dopo i lavori di ristrutturazione, si è detto molto soddisfatto dei cambiamenti e pronto ad utilizzare il Bosco con nuovo entusiasmo. La soluzione adottata da Bosch e dai partner coinvolti ha permesso di rivitalizzare il parco e l'ambiente circostante, garantendo un miglioramento dell'aspetto, una maggiore sicurezza per gli utenti e un contributo significativo al risparmio energetico e alla tutela dell'ambiente.

Condividi su: