Salta al contenuto principale
Bosch Security and Safety Systems I Italy
Summit internazionali

Summit NATO presso l'Art & History Museum di Bruxelles

Il sistema per conferenze DICENTIS di Bosch dichiarato "il migliore sul mercato"

Configurazione della sala in cui DICENTIS Conference è stato impiegato per il summit della NATO tenutosi a Bruxelles nel 2018

Sono pochi gli eventi che di recente hanno catturato l'attenzione come il vertice NATO di Bruxelles del 2018, che ha visto la presenza di presidenti e primi ministri riuniti presso l'Art & History Museum di Bruxelles per dibattere e cenare. Ma nessuno dei titoli ha raccontato lo straordinario lavoro svolto dietro le quinte. In sole due settimane, l'agenzia di organizzazione eventi leader del settore DDMC ha trasformato il museo in una delle sale per conferenze temporanee più spettacolari al mondo, collaborando con un fornitore del calibro di Jacot Audiovisueel per creare un ambiente di facile utilizzo, affidabile e completamente sicuro. Al loro fianco c'era il sistema per conferenze DICENTIS di Bosch.

Foto: Olivier Anbergen - I Love Light

Sistemi per conferenze Bosch - La storia del summit NATO a Bruxelles del 2018

"Si trattava di un progetto estremamente prestigioso, che prevedeva la partecipazione di tutti i leader mondiali e dei ministri degli esteri e della difesa dei diversi paesi. Tre sale piene di personalità di rilievo. Niente poteva andare male. Avevamo solo due settimane per prepararci, ma Jacot è nata proprio per rispondere a esigenze di questo tipo ed è per questo che utilizziamo i sistemi per conferenze e dibattiti di Bosch".
Mariëlle den Hertog, Responsabile noleggi di Jacot Audiovisueel
Dispositivo multimediale DICENTIS installato su tavolo

Jacot è stata coinvolta nel progetto NATO da DDMC, la nota agenzia specializzata nell'organizzazione di eventi. Il Direttore tecnico, Gert Roscam, ricorda che "la natura dell'evento richiedeva l'uso di tecnologie di ultima generazione, ma riuscire a ottenere una tale quantità di apparecchiature in tempo era una vera sfida". La risposta è giunta con la Congress Rental Network (CRN). Attingendo alle risorse degli altri membri della CRN, Jacot è riuscita a fornire una soluzione completa in tempi brevi.

Tavolo da conferenza con dispositivi multimediali DICENTIS

Ad attendere i delegati che prendevano posto a tavola c'era il sistema per conferenze DICENTIS di Bosch. Leader mondiali, ministri della difesa e ministri degli esteri si sono riuniti nelle rispettive sale convegni dedicate. In totale sono stati distribuiti 38 dispositivi multimediali per i leader mondiali, più altri 38 per i ministri degli esteri e 38 dispositivi per dibattiti DICENTIS con touchscreen per i ministri della difesa. Ciascuna delle tre sale è stata inoltre equipaggiata con sei interfacce OMNEO e 20 postazioni per interpreti DICENTIS. "Abbiamo utilizzato 38 microfoni per ciascuna delle tre sale conferenze e abbiamo progettato i sistemi per l'uso di 20 canali diversi per ogni sala", spiega Kevin Dijkstra, Project Manager per Jacot.

Il sistema per conferenze DICENTIS aveva il compito cruciale di creare un ambiente di facile utilizzo ma anche veramente sicuro. "Non poteva trapelare alcun suono, segnale o informazione. Abbiamo dovuto eseguire una valutazione dei rischi per ogni singolo dispositivo e cavo", spiega Dijkstra. "Non c'era la possibilità di illustrare le varie tecnologie, che pertanto dovevano essere intuitive", aggiunge Stijn Snaet, Direttore di produzione per DDMC.

"Volevamo la migliore apparecchiatura disponibile e il sistema per conferenze DICENTIS è il migliore sul mercato."
Gert Roscam, Direttore tecnico di DDMC
Il museo stesso ha rappresentato una ulteriore complessità

Il museo stesso ha rappresentato una ulteriore complessità. Le esposizioni erano state rimosse, ma l'edificio storico doveva essere trattato con cura. Ruben Knelange, di Jacot, ha adottato un approccio innovativo nella gestione dei cavi. "Siamo andati sul tetto", racconta. "Abbiamo fatto passare i cavi attraverso le finestre, li abbiamo portati fino alle cabine per interpreti e li abbiamo fatti scendere".

Dopo intense settimane di preparativi, l'evento si è rivelato un successo.

"È stata un'opportunità unica. Jacot e Bosch sono state di gran lunga la scelta migliore e ne siamo rimasti molto soddisfatti."
Stijn Snaet, Direttore di produzione di DDMC

Condividi su: